Random: My catfish story

Buonasera ragazze! Come state? Vi chiedo scusa per la mia assenza, so che é noioso seguire un blog che inattivo ma ora che arriverà l’estate prometto di essere più presente e soprattutto costante!
Oggi sono qui per raccontarvi un po’ di me, sono qui per parlarvi di un periodo della mia vita della quale non sono stata ancora in grado di raccontare (se non qualche tweet qua e là su twitter) sono qui per raccontarvelo perché ho completamente superato la cosa, perché qualcuno potrebbe aver passato la stessa cosa e perché capiate che internet non è assolutamente meglio della vita al di fuori di esso.
Tutto è iniziato quattro anni fa, quando passato le mie giornate su twitter, quando preferivo stare su internet piuttosto che uscire, quando preferivo confidarmi con gente sconosciuta piuttosto che con gente a me vicina.
Un giorno conobbi un ragazzo su twitter, si chiamava Nicholas, era gentile, dolce, mi dava tutte le attenzioni di cui avevo bisogno in quel momento.
Che poi, non è assolutamente vero, non mi dava alcuna attenzione e allora io che mi ero affezionata mi arrabbiavo e fingevo di allontanarmi ma poi tornavo da lui, sempre perché la minima attenzione mi faceva cancellare tutte le volte che se ne fregava.
Un bel giorno fece un incidente, mi chiamò dall’ospedale e sotto gli effetti dei farmaci disse di amarmi e io non lo so, io non volevo nessuna relazione a distanza, io volevo essere diversa da tutte quelle che si era già preso ma non ci riuscii, anche io mi misi con lui.
La nostra relazione durò più o meno tre mesi, una relazione fatta di litigi, fatta da me che lo lasciavo, da lui che ogni volta riusciva a farsi perdonare e di nuovo da me che ogni volta ci ricascavo..questo finché non mi lasciò lui, senza alcuna spiegazione.
Passai un anno dietro a lui, perché senza di lui mi sentivo persa, gli dicevo di amarlo e lui mi ignorava, mi sentivo uno straccio.
Dal nulla poi ho iniziato a non provare altro se non bene per lui, la mia attenzione era rivolta ormai a qualcun altro ed io e Nicholas avevamo smesso di sentirci.
Un giorno, mi venne voglia di scrivergli e notai la sua foto, la foto di una ragazza.
Parlai con le altre ragazze che sapevo parlavano con lui e insieme scoprimmo che Nicholas si chiama Giada, che due anni della nostra vita erano stati buttati al vento.
Ragazze, internet è bello, twitter è utile per quando ci si annoia ma NON permettete che diventi il centro della vostra vita, persone inesistenti potrebbero farvi sentire come nemmeno potete immaginare.
E voi? Avete avuto un’esperienza simile? Cosa ne pensate? Fatemi sapere!

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Create a free website or blog at WordPress.com.

Up ↑

%d bloggers like this: